Ministero della Giustizia: istituito il nuovo Portale Albo CTU, Albo periti ed elenco nazionale”. La procedura per mantenere o effettuare l’iscrizione

Data:
16 Gennaio 2024

Si rende noto che il Ministero della Giustizia ha realizzato un nuovo portale per l’iscrizione all’Albo CTU, all’Albo periti ed all’elenco nazionale, conformemente a quanto stabilito dal Decreto Ministeriale 4 agosto 2023 n.109.

Di seguito le indicazioni relative al nuovo portale, le modalità di iscrizione sullo stesso, le specifiche tecniche e i termini per la presentazione delle domande.

Entrata in vigore della disciplina
Sia la norma primaria che il citato regolamento ministeriale, stabiliscono che la tenuta con modalità informatica degli albi ed elenchi sia regolata in conformità alle specifiche tecniche adottate dal Direttore generale della DGSIA del Dipartimento per la transizione digitale della giustizia, l’analisi statistica e le politiche di coesione.

In data 5 dicembre 2023 è avvenuta la pubblicazione delle specifiche tecniche sul sito internet del Ministero della Giustizia e, pertanto, decorsi trenta giorni dalla citata pubblicazione ai sensi dell’art. 16-novies, comma 6, del D.L. n. 179 del 2012, le disposizioni sulla tenuta informatica degli albi CTU e degli albi dei periti saranno efficaci a partire dal 4 gennaio 2024.

Il Portale albo CTU, periti ed elenco nazionale
Per assicurare l’attuazione delle disposizioni in tema di Albo CTU, Albo periti ed elenco nazionale, il Ministero ha realizzato un unico portale denominato “Portale Albo CTU, periti ed elenco nazionale”, attraverso il quale è possibile inoltrare le domande di iscrizione a ciascun albo circondariale da parte dei professionisti e su cui potranno essere effettuate tutte le interrogazioni utili per ottenere i dati relativi ai consulenti tecnici iscritti nei singoli albi circondariali.

L’accesso al portale è reso disponibile a partire dal 4 gennaio 2024.

I sistemi civili (SICID, SIECIC, SIGP, CONSOLLE MAG) sono stati adeguati al fine di poter colloquiare con il suddetto Portale.

Iscrizioni all’albo informatico
In base all’art. 16-novies, comma 7, del D.L. n. 179 del 2012, i soggetti, che alla data di acquisto di efficacia delle disposizioni sulla tenuta degli albi CTU e periti in modalità informatica sono già iscritti nei medesimi albi, inseriscono i propri dati, con modalità telematiche e in conformità alle specifiche tecniche adottate dal DG DGSIA, entro il termine perentorio di novanta giorni dalla pubblicazione sul sito internet del Ministero della Giustizia delle ridette specifiche tecniche.

Ancora, ai sensi dell’art. 10 del D.M. n. 103 del 2023, i professionisti che alla data di entrata in vigore del detto decreto (26 agosto 2023), erano già iscritti all’albo CTU tenuto in modalità analogica, mantengono l’iscrizione e potranno chiedere di essere inseriti in uno o più settori di specializzazione della categoria di appartenenza o di una diversa categoria, allegando all’istanza da inoltrare telematicamente la documentazione prescritta dal medesimo decreto ministeriale.

Dunque, i consulenti tecnici d’ufficio e i periti già iscritti negli albi circondariali tenuti in modalità cartacea alla data del 4 gennaio 2024, dalla medesima data potranno ripresentare la domanda di iscrizione attraverso la procedura telematica prevista sul suddetto Portale, naturalmente senza necessità di effettuare un nuovo pagamento del bollo e della tassa di concessione governativa.

I professionisti già iscritti alla data del 4 gennaio 2024 ad un albo CTU o ad un albo dei periti, dovranno ripresentare domanda di iscrizione entro il termine perentorio del 4 marzo 2024, che coincide con la scadenza dei novanta giorni dalla pubblicazione delle specifiche tecniche nel sito del Ministero della giustizia.

A decorrere dalla predetta data del 4 marzo 2024, gli albi CTU e gli albi dei periti, già costituiti in formato analogico, saranno sostituiti ad ogni effetto dagli albi telematici istituti in ogni tribunale.

In forza dell’art. 5, comma 10, del D.M. n. 103 del 2023, invece, le nuove domande di iscrizione all’albo CTU potranno essere presentate dai professionisti esclusivamente nell’arco di due finestre temporali, comprese l’una tra il 1° marzo e il 30 aprile e l’altra tra il 1° settembre e il 31 ottobre di ciascun anno.

Rimangono libere, invece, in mancanza di norme specifiche anche di fonte secondaria, le modalità di presentazione delle domande telematiche per le nuove iscrizioni all’albo dei periti tenuto in modalità telematiche.

Per consultare la nota del Ministero della Giustizia collegarsi al seguente file:
Nota del Ministero della Giustizia

Per consultare il manuale collegarsi al seguente file:
Manuale Utente Candidato

Per accedere al Portale Albo CTU, periti ed elenco nazionale collegarsi al seguente link Portale

Al fine di semplificare gli adempimenti  relativi all’iscrizione all’Albo CTU, si consiglia di avere a disposizione in modalità elettronica (PDF, JPEG) e con una risoluzione adeguata (non superiore a 200 KB), la seguente documentazione che può essere scaricata collegandosi a questo LINK
➢ Certificato di iscrizione all’Ordine in carta semplice (Anche autocertificazione) – allegato n. 1;
➢ Certificato di residenza nella circoscrizione del tribunale (Anche autocertificazione) – allegato n. 2;
➢ Certificato generale del casellario giudiziario di data non anteriore a tre mesi dalla presenta-
zione (Anche autocertificazione) – allegato n. 3;
➢ Copia del documento di identità e del codice fiscale;
➢ Estratto dell’atto di nascita (Anche autocertificazione) – allegato n. 4;
➢ Titoli/documenti a dimostrazione della capacità tecnica;
➢ Ulteriore documentazione rilevante.

 

Ultimo aggiornamento

23 Febbraio 2024, 13:06